Amazon taglia il marchio del distributore a causa delle scarse vendite
Agenzia web » Notizie digitali » Amazon taglia il marchio del distributore a causa delle scarse vendite

Amazon taglia il marchio del distributore a causa delle scarse vendite

Amazon sta riducendo il numero di prodotti venduti con i suoi marchi interni, tra cui AmazonBasics, Amazon Essentials e Solimo. Questo è un grande cambiamento nella strategia dell'azienda, e secondo il Quotidiano di Wall Streetè dovuto alle scarse vendite.

Al momento della stesura di questo articolo, Amazon offre oltre 250 prodotti attraverso almeno 000 marchi di private label. Ma fonti interne dicono WSJ che molti di quei prodotti sono sul tagliere. Inoltre, i dirigenti di Amazon hanno considerato di sciogliere circa il 50% dei suoi marchi.

Le scarse vendite sembrano guidare questo cambiamento. Ma i fattori esterni, come l'economia, non sono da biasimare. Sembra che Amazon si sia semplicemente sovraccaricato e abbia perso il senso dell'orientamento in quest'area. Dopo una revisione del marchio del distributore di Amazon nel 2021, l'ex capo dei consumatori Dave Clark avrebbe detto al team del marchio del distributore che avrebbero dovuto concentrarsi su prodotti facili da vendere, citando come esempio il marchio "Great Value" di Walmart.

È una specie di ritorno alla forma. Amazon ha originariamente lanciato il marchio AmazonBasics nel 2009, concentrandosi interamente su prodotti di base come le batterie ricaricabili. La corsa per creare innumerevoli private label non è iniziata fino alla metà degli anni 2010, probabilmente stimolata dal successo di AmazonBasics.

Ma le scarse vendite potrebbero non essere l'unico fattore qui. I marchi del marchio del distributore di Amazon sono costantemente oggetto di discussioni normative, poiché molti critici ritengono che la manipolazione di questi marchi costituisca un comportamento anticoncorrenziale.

Poiché Amazon è la più grande vetrina digitale al mondo, è in una posizione unica per raccogliere dati su prodotti e clienti. Può quindi utilizzare questi dati per dominare una categoria di prodotti, come le batterie ricaricabili, con prezzi bassi e pubblicità altamente mirata. I revisori affermano anche che Amazon mette in mostra i suoi marchi rispetto ai prodotti concorrenti.

Tuttavia, la pressione normativa probabilmente non sta guidando la decisione di Amazon. Quasi tutti i rivenditori vendono marchi di proprietà e i dati di vendita sono spesso il fattore decisivo in ciò che vendono quei marchi. Inoltre, se i marchi del marchio del distributore di Amazon stanno vendendo male, le autorità di regolamentazione avrebbero difficoltà a intentare un'azione anticoncorrenziale contro l'azienda.

Se c'è qualcosa da togliere a questa storia, è che Amazon non è riuscita a conquistare il mondo con i suoi marchi. Sembra che Amazon faccia sempre meglio come rivenditore, non come produttore.

Fonte: Wall Street Journal

★ ★ ★ ★ ★